Rivestire parete camino con pietra finta

Anni fa, ho costruito una struttura in cartongesso per rivestire un inserto a pellet, purtroppo al tempo non avevo ancora il blog, e quindi non ho documentato tutto… gran peccato! Sotto suggerimento di mia moglie, per rendere piu’ caldo l’ambiente, abbiamo ora deciso di rivestirla in pietra. Dopo alcune ricerche ci siamo resi conto che la pietra costava davvero troppo, e ci siamo indirizzati invece su una pietra finta, essenzialmente, cemento stampato a forma di pietra e colorato.  

Step 1: Chiudere le vecchie prese d’aria

Su questa parete, avevo creato le due prese d’aria (una sopra ed una sotto all’inserto a pellet). Ora che vogliamo rivestire la parete, dobbiamo eliminare le prese d’aria e “tappare i buchi”… Prima di tutto, rimuoviamo le vecchie prese d’aria (nel mio caso è bastato fare leva con un cacciavite). Ora possiamo “ritagliare” un pezzo di cartongesso delle stesse dimensioni del foro e “tapparlo”. Per riuscire a fissarlo, ho ritagliato due strisce di cartongesso ed le ho avvitate dietro al foro, in modo da creare un supporto dove applicare il nuovo pezzo che fungerà da tappo.

Step 2: Preparare le pietre

Ogni scatola contiene pietre dalle forme differenti, ma con colore simile. Il problema é che scatole diverse posso avere anche tonalità di colore differente. Quindi, per mantenere un effetto misto, togliamo tutte le pietre dalle scatole e mischiamole. Ogni pietra andrà pulita davanti e dietro con una bella spazzolata, in modo da rimuovere polvere e sassolini che potrebbero influire sull’aderenza alla parete.

Step 3: Prepariamo la parete

La parete su cui dovremo applicare il rivestimento, deve essere pulita da tutte le parti mobili (vernice che si stacca, o qualunque altra cosa che possa dar fastidio). Dobbiamo anche proteggere le parti che non devono essere “incollate” (nel mio caso l’inserto del pellet), quindi con dello scotch di carta copriamo tutte queste parti. Una volta pronto il tutto, possiamo applicare dell’aggrappante, che aiuterà la colla a far presa sulla parete.

Step 4: Mettiamo il rivestimento

Ora è il momento di incollare le pietre sulla parete. Quindi, prendiamo la colla (o se l’abbiamo in polvere prepariamola), e iniziamo a stenderla con una spatola dentata su un primo pezzo (il primo metro partendo dal basso). Una volta stesa, iniziamo a poggiare le pietre una alla volta, e sistemiamole in modo da lasciare dello spazio fra l’una e l’altra (questo verrà riempito piu’ avanti con dello stucco). Assicuriamoci che la pietra non si muova prima di mettere la successiva. E continuiamo così fino ad aver posizionato le pietre su tutta la colla stesa. Una volta riempita la prima sezione, ripartiamo stendendo la colla per un altro metro e posizionando le pietre e così via, fino in cima.

Step 5: Applichiamo lo stucco

La confezione dello stucco, contiene anche un paio di saccapoche per facilitarne l’applicazione…. Io mi sono trovato malissimo nell’usarlo. In alcuni casi non usciva niente e in altri ne usciva troppo, alla fine una mi è esplosa in mano! Dunque, ho deciso di fare un impasto per lo stucco un pochino piu’ solido (una consistenza tipo pongo), ed applicarlo a mano. L’applicazione in questo modo è stata molto piu’ semplice e veloce. Prendiamo poco stucco alla volta (piu’ o meno la quantità che sta in una mano), e facciamo un salsicciotto, poi appoggiamolo sulla parte da coprire e piano piano schiacciandolo con le dita e facendolo aderire. Come per l’applicazione delle pietre, lavoriamo una sezione alla volta e senza fretta. Ci vorrà un po’ di tempo. Ovviamente più la parete è grande, più tempo ci vorrà. P.S. usate dei guanti in latice (tipo quelli dei dottori), senno’ vi rovinate le mani.

Step 6: Diamo una mano di finitura

Una volta asciutto, applichiamo una mano di finitura, in modo da proteggere il tutto. Io ho optato per una finitura opaca, ma è possibile anche una versione lucida.

Step 7: Montiamo le nuove griglie di areazione

L’ultima cosa che manca è rimontare le griglie di areazione. Io ho deciso di montarne due nuove diverse da quelle originali. L’importante è che l’area di queste sia maggiore o uguale di quelle precedenti. Appoggiamo nel punto che abbiamo scelto la griglia e segniamo il perimetro di questa sulla parete. Tagliamo la sezione di cartongesso e montiamo la nuova griglia. Ho usato due tipi di griglia differenti: per quella in alto, ho utilizzato una griglia di plastica bianca in modo che sia poco visibile. Per la parte inferiore, invece, ho utilizzato una griglia a ghigliottina in alluminio, avrei preferito che fosse bianca di plastica, ma non sono riuscita a trovarne una che mi piacesse. La cosa importante per me era che avesse la ghigliottina, in modo da poter aprirla a camino acceso, e chiuderla quando spento, così da evitare il riflusso d’aria fredda dall’esterno a camino spento.

Step 8: Enjoy!


Qui il video.

Lascia un commento

Back to Top