Come fare i cachi essiccati

In giardino abbiamo un albero di cachi, ne produce parecchi e normalmente non riusciamo a consumarli tutti, e purtroppo ogni anno ne buttiamo via parecchi.

Il processo é lo stesso sia per altri tipi di frutta o di verdura, l’unica cosa che andrà modificata sarà il tempo e la durata in essicatrice.

Premetto una cosa, a me i cachi non piacciono, li trovo davvero troppo dolci per i miei gusti.

Tempo fa però, per puro caso ho assaggiato dei cachi essiccati, e li ho trovati deliziosi,
quindi quest’anno, per evitare di buttare quelli che non riusciamo a consumare abbiamo pensato di provare ad essiccarli.

Quindi ho comprato un’essicatrice in offerta a circa 30€, e devo dire che il risultato è stato molto apprezzato da tutta la famiglia.

GUARDA IL VIDEO

Step 1: Prendere i cachi non ancora maturi

Ho fatto qualche esperimento prendendo i cachi direttamente dalla pianta a diversi livelli di maturazione.
La primissima volta, i cachi erano molto duri ed avevano un colore giallino.

Poi via a via che il tempo passava, e la maturazione continuava, ho fatto altre prove.

In tutti i casi, i cachi essiccati erano buoni, forse il migliore risultato è stato quando i cachi erano arancioni non molli, ma nemmeno duri… Diciamo che erano morbidini…

Ad ogni modo, vi consiglio all’inizio di fare qualche prova con pochi frutti.

Step 2: Lavarli e pulirli

Laviamo bene i cachi, asciughiamoli e togliamo il picciolo ed eventuali parti rovinate.

Step 3: Tagliarli a fette

Lo spessore delle fette è molto importante. Stesso tempo e temperatura nell’essicatrice, ma spessore diverso, producono risultati differenti.

Ad esempio, 15 ore a 70°.

Se la fetta è sottile, tende ad essiccarsi prima, quindi diventerà più croccante.

Se invece la fetta è più spessa, ci metterà più tempo ad asciugarsi, quindi resterà più morbida.

Qui va a gusti, io personalmente le preferisco belle croccanti.

Step 4: Posizionarli sulle griglie

Posizioniamo le fette sulla griglia cercando di distribuirle in maniera uniforme su tutto il piano.

Step 5: Accendere l’essicatrice

Seguendo il manuale di istruzione dell’apparecchio, impostiamo la temperatura ed il tempo.

Normalmente all’interno del libretto di istruzioni, sono presenti delle tabelle con indicati i tipi di frutta/verdura e le temperature e i tempi consigliati.

Io per i cachi ho impostato 15 ore a 70°

Step 6: Aspettare pazientemente

Ora la parte più noiosa… L’attesa…

Io all’inizio controllavo ogni tot ore come procedeva, ora non più, la lascio andare per i fatti suoi.

Step 7: Sono pronti

Ed ecco pronti i nostri cachi essiccati.

Prima di prelevarli dall’essicatrice, aspettiamo che si raffreddino.

Una volta freddi, stacchiamoli dai piani uno ad uno e se non vogliamo consumarli subito, mettiamoli in un contenitore in dispensa.

Step X: Bon Apetit!

Qui il video:

Lascia un commento

Back to Top